Come usare la curcuma

Come usare la radice fresca

E’ comune usare la polvere di curcuma è vero, però in commercio potete trovare anche la curcuma fresca, o meglio, la sua radice. La stessa parte della pianta dalla quale viene estratta la polvere secca. Ancora una volta si confermano tutte quante le sue proprietà. Protegge l’apparato digerente, agisce come antinfiammatorio e come antiossidante. Rispetto alla polvere ha tutti i principi attivi inalterati perché non li perde durante la lavorazione.

Potete usare la radice fresca di curcuma cotta semplicemente in pentola, oppure usata per realizzare il latte e la curcuma, una bevanda naturale particolarmente nota in India. Ancora è utile per la realizzazione di tisane.

Come usare la soluzione in polvere

La polvere di curcuma potete usarla un po’ come volete, senza troppi problemi. Va bene per condire i vostri piatti, per realizzare tisane, arricchire i frullati etc.

La polvere di curcuma è molto apprezzata perché facile da usare e può contare su periodi di conservazione piuttosto lunghi. Il problema è che perde buona parte dei principi nutritivi.